PREVENZIONE PEDIATRICA

Il progetto divulgativo e di informazione, sulle manovre di rianimazione pediatrica è diventato un
caposaldo della Re Heart: ovvero diffondere il più possibile fra la popolazione (genitori, insegnanti, nonni,
addetti all’;infanzia), le nozioni di base per proteggere la vita dei nostri bambini. Questo corso si pone
l’;obiettivo di proporre, attraverso gli argomenti trattati la prevenzione, la riduzione degli incidenti mortali in
età pediatrica. Grazie al miglioramento delle condizioni di vita, la sopravvivenza dei bambini nell'ultimo
secolo nei paesi industrializzati è aumentata di ben 200 volte. Dal periodo gestazionale, cioè dalla
gravidanza alla nascita e durante tutto l’accrescimento, la prevenzione mette l’;accento su particolari temi
che sono propri di questi momenti. Non abbiamo la presunzione di riuscire ad insegnare a un genitore
come proteggere il proprio bambino, bensì intendiamo evidenziare i problemi come il soffocamento, la
SIDS, i traumi e l’annegamento che purtroppo ancora oggi esistono. Il bambino, soprattutto sotto i quattro
anni, rischia di perdere per sempre il sorriso perché chi è vicino a lui con il compito di sorvegliarlo NON
riconosce il pericolo. Il nostro intento in questo progetto PREVENZIONE PEDIATRICA è quello di fornire
semplici informazioni su elementi di base che possono fare la differenza, puntando i riflettori
sull’;importanza di fare prevenzione, frutto di studio e analisi di incidenti gravi e a volte anche mortali che
non devono più ripetersi. Questo metodo di fare informazione, adottato in altri Paesi ha cominciato a dare i
suoi frutti: il numero degli incidenti è diminuito e continua a scendere. Partecipando ai nostri eventi
PREVENZIONE PEDIATRICA potrete imparare le manovre di disostruzione pediatriche e i consigli utili per la
sicurezza dal momento della nascita del bambino: – in culla: la posizione durante il sonno e le caratteristiche
dell’;ambiente; – in strada: trasportare i bambini in auto e le norme per quando gireranno per le strade e
andranno in bicicletta; – in casa: prevenire i traumi e le intossicazioni; – in acqua: i consigli per evitare
l’;annegamento in piscina e in mare; – a tavola: tagliare gli alimenti che attraggono maggiormente i bambini
e in che quantitativi somministrarli.